L’Artista del giorno: Vincenzo Roggeri

🎨 L’Artista siciliano …… del giorno 01 febbraio

Vincenzo Roggeri , pittore siciliano.

Caltanissetta, 1634 – Caltanissetta, 1713
Vincenzo Roggeri
Adorazione dei Magi.
Olio su tela
Duomo di Enna

Adorazione dei magi

olio su tela

Breve biografia dell’artista:

Vincenzo Roggeri (Caltanissetta, 1634 – Caltanissetta, 1713) è stato un pittore italiano.

Vincenzo Roggeri nasce a Caltanissetta tra la fine del 1634 e i primi mesi del 1635 e muore nel 1713, come da comprovati documenti dell’archivio della chiesa San Domenico, ed è stato sepolto nella Cripta della omonima chiesa.

Era figlio di Francesco e di Giuseppa, e sposò una donna di nome Margherita; si sa anche che ebbe cinque figli. Fu sepolto nella cripta della chiesa di San Domenico, in un punto non noto, come risulta da documenti dell’archivio della chiesa.

Notevole l’influsso stilistico del Caravaggio e dei suoi discepoli nelle sue opere. Egli operò tra Caltanissetta e la Sicilia centrale, occupandosi solo di pittura sacra, ebbe degli allievi. La sua importanza artistica fu probabilmente oscurata, e quindi presto dimenticato, dalla contemporanea presenza a Caltanissetta del Filippo Paladini a lui coevo e del successivo Guglielmo Borremans.

Il Roggeri, nella sua lunga attività artistica, ha creato opere d’arte che ancora oggi arricchiscono il museo diocesano di Caltanissetta, la chiesa di San Domenico, la Cattedrale, l’abbazia di Santo Spirito, la Chiesa del Collegio di Maria e abbelliscono altresì molte chiese di Enna e di Palermo.

Info & curiosità

Le caratteristiche peculiari del suo stile sono la presenza nelle sue opere di putti alati e angeli cherubini sospesi tra le nuvole, cosa che apprese, secondo il critico d’arte Felice Dell’Utri, verosimilmente dal pittore di Monreale Pietro Novelli. L’anatomia dei suoi personaggi è molto dettagliata e precisa, i volti delle sue madonne sono ovali e raffinati nelle fattezze. Inoltre, sono molto ricche e adornate le vesti dei suoi personaggi spesso ricche di gioielli con moltissime pieghe, cosa che rende facilmente riconoscibile la sua produzione. Infine, un altro elemento che caratterizza molte delle sue opere è la presenza di aspetti di natura morta: infatti troviamo cesti di frutta, strumenti musicali, fiori e arnesi di lavoro anche in soggetti e rappresentazioni religiose.

Ulteriore elemento di conoscenza dello stile del pittore nisseno è la presenza di rossi intensi. L’elemento simbolico, rappresentato dalle nature morte, spesso presente nelle sue opere ci aiuta a comprendere come il pittore è inserito nel contesto della società nissena del ‘600. Infatti, secondo il Dell’Utri, «il motivo simbolico facilitava l’individuazione delle peculiarità di carattere devozionale, di grande importanza per i pittori, specie dopo il Concilio di Trento». Questo anche probabilmente in risposta alla committenza privata cui il pittore doveva rispondere con la presenza di queste nature morte che ne permettevano il riconoscimento della stessa. Committenza privata che in quell’epoca, al pari di quella religiosa, iniziava a commissionare le opere ai pittori al pari di quella religiosa.

Un esempio del suo simbolismo, molto presente nelle sue opere, è L’apparizione dei Santi Pietro e Paolo a San Domenico, il quale con i suoi numerosi e complessi rimandi simbolici, tipicamente seicenteschi, testimonia l’abilità del pittore nell’interpretare i contesti sacri.

Per anni la sua firma e le sue opere sono state scambiate con quelle dell’aretino Giorgio Vasari; ciò anche, fin qui, a riprova della modesta attività di studio e ricerca sulla sua produzione artistica

Multimedia sull’artista:

Sitografia: WikipediaYuotubewww.beweb.chiesacattolica.it

Sei un artista Siciliano? Vuoi iscriverti gratuitamente a “Sicily in painting
Vuoi pubblicare un opera dedicata alla Sicilia ed alle sue tradizioni sul sito “Sicily in painting
Puoi farlo compilando il modulo contatti in tutte le sue parti e inviaci i tuoi dati, una breve biografia ed almeno 3 foto di tue opere diverse. l’Amministratore del sito si riserva il diritto di pubblicare soltanto i lavori ritenuti idonei alla piattaforma così come anche di NON pubblicare alcuna opera se non in linea con il progetto di “Sicily in painting”. Per maggiori informazioni contattaci per a.mail a  info@sicilyinpainting.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.