L’Artista del giorno: Giuseppe Patania

🎨 L’Artista siciliano …… del giorno 18 gennaio

Giuseppe Patania, pittore siciliano.

Palermo, 18 gennaio 1780 – Palermo, 23 febbraio 1852
Giuseppe Patania
Autoritratto -1820 circa
Olio su tela 40×60 cm

Autoritratto – 1820 circa

Olio su tela

Breve biografia dell’artista:

Giuseppe Patania (Palermo, 18 gennaio 1780 – Palermo, 23 febbraio 1852) è stato un artista italiano. 

Le notizie sulla sua vita e sulla sua produzione artistica fino al 1803 sono molto frammentarie ed incerte. Nel 1795 frequentò l’Accademia del Nudo di Palermo, all’epoca diretta da Vincenzo Riolo, continuando anche a formarsi studiando come autodidatta. Nel 1803 dipinse il “Ritratto di Giovanni Meli” considerato il primo suo dipinto firmato e con attribuzione certa.

Dopo un breve periodo trascorso nell’isola di Minorca, nel 1805 rientra in Italia, e precisamente a Napoli, dove dipinse la tela “Ritratto del principe di s. Antimo giovinetto nelle vesti di Apollo”. Poco dopo fece ritorno a Palermo in cui visse fino alla sua morte. Iniziò una collaborazione con l’architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia dipingendo una tela con San Calogero nella cappella della Real Casina di Caccia di Ficuzza e la decorazione di alcuni saloni di Palazzo Belmonte-Riso; di questi affreschi però non resta nulla in quando andarono distrutti durante i bombardamenti sulla città nel 1943.

Tra il 1807 e il 1815 si dedica alla decorazione della Palazzina Cinese e del Palazzo dei Normanni. Notizio storiche però fanno ritenere che in queste opere il contributo di Giuseppe Patania sia stato solo parziale

Nel 1830 circa si dedicò all’affresco della volta della sala Gialla del Palazzo dei Normanni (Ruggero d’Altavilla e Roberto il Guiscardo che ricevono le chiavi della città di Palermo), un’opera tesa alla glorificazione del potere della dinastia dei Borbone sull’isola siciliana.

Dal 1821 al 1844 dipinse una serie di ritratti di personaggi siciliani illustri, attualmente custoditi nella biblioteca comunale di Palermo. In questo periodo furono numerose le opere, sia ritratti che pale d’altare.

Morì a Palermo il 23 febbraio 1852, ove fu sepolto nella chiesa di San Domenico.

Info & curiosità

Nel 1828 gli venne riconosciuto il titolo di cavaliere dell’Ordine di Francesco I e, nel 1830, venne nominato membro della Commissione di antichità e belle arti della Sicilia.

Nel 1841 venne eletto membro onorario National Academy of Design di New York.

La sua abilità è stata apprezzata anche dall’alta borghesia favarese del suo tempo, quella che, oltre agli interessi economici curava anche quelli culturali. Nel 1838 ha dipinto un ritratto per il giudice di Favara. Nel 1840 ha prodotto un quadro a sfondo sacro per il barone Giuseppe Mendola e due ritratti per il marchese vecchio Giuseppe Cafisi e per il defunto padre Stefano, su suggerimenti e ricordi. Negli anni 1841, 1847, 1848 e 1849 ha firmato altri dipinti per la famiglia Cafisi, riproducenti ritratti, scene sacre, di famiglia, storiche, mitologiche e tratte da romanzi.” Fonte www.favara.biz

Ritratto della famiglia di Francesco Saverio Cafisi, della moglie Maria Stella Giudice, della figlia Giuseppa col genero barone Giuseppe Morreale di Aragona, altre due figlie e la nipotina in corrozzina. Fonte www.favara.biz

Nel 1833 dipinse il ritratto di Maria Cristina di Savoia, la “reginella santa” andata in sposa a Ferdinando II di Borbone. L’artista la immortala con sontuosi abiti in morbido velluto, sete rilucenti e preziosi merletti, seduta in posa altera e regale sulla sua elegante chaise longue. L’ovale perfetto del suo volto, la sua carnagione nivea e luminosa ne fanno un’icona di pura bellezza classica.

Di seguito il video a cura del Museo Pepoli di Trapani

Multimedia sull’artista:

Sitografia: WikipediaYuotubewww.siracusae.itwww.favara.biz

Sei un artista Siciliano? Vuoi iscriverti gratuitamente a “Sicily in painting
Vuoi pubblicare un opera dedicata alla Sicilia ed alle sue tradizioni sul sito “Sicily in painting
Puoi farlo compilando il modulo contatti in tutte le sue parti e inviaci i tuoi dati, una breve biografia ed almeno 3 foto di tue opere diverse. l’Amministratore del sito si riserva il diritto di pubblicare soltanto i lavori ritenuti idonei alla piattaforma così come anche di NON pubblicare alcuna opera se non in linea con il progetto di “Sicily in painting”. Per maggiori informazioni contattaci per a.mail a  info@sicilyinpainting.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.