L’Artista del giorno: Giuseppe “Pippo” Rizzo

🎨L’Artista siciliano …… del giorno 06 gennaio

Giuseppe “Pippo” Rizzo, pittore e scultore siciliano.

Corleone, 6 gennaio 1897 – Palermo, 5 marzo 1964
Giuseppe “Pippo” Rizzo
Carabinieri – 1957
Galleria d’arte moderna, Palermo

Carabinieri – 1957

olio su tela

Breve biografia dell’artista:

Giuseppe “Pippo” Rizzo (Corleone, 6 gennaio 1897 – Palermo, 5 marzo 1964) è stato un pittore e scultore italiano.

Nato a Corleone, in provincia di Palermo, si trasferì nel capoluogo siciliano per frequentare l’Accademia dove fu allievo di Ettore De Maria Bergler. Conobbe il futurismo in un suo viaggio a Roma. Ne rimase affascinato e ad esso improntò le sue opere successive, fondando anche un cenacolo futurista nel suo paese natale. A Palermo entrò in sodalizio con Vittorio Corona e Giovanni Varvaro. Fu il capofila del futurismo siciliano, a stretto contatto con Marinetti, e organizzò l’Esposizione nazionale futurista a Palermo nel 1927

I suoi lavori sono stati esposti per la prima volta alla Biennale di Venezia nel 1926,[2] e ancora nel 1928. Nel 1929 diviene Segretario del Sindacato fascista degli artisti siciliani. È suo il logo del Palermo Calcio del 1929. A partire dal 1930 si allontana dal Futurismo per avvicinarsi alle tematiche novecentiste, seguendo la svolta di Carlo Carrà, che espresse nella partecipazione alla quadriennale di Roma nel 1931.

Nel 1936 viene nominato direttore dell’Accademia di Belle Arti di Palermo. Suoi lavori sono esposti alla Galleria d’Arte Moderna di Palermo e alla Galleria d’Arte Moderna di Roma.

Info & curiosità

Negli anni Cinquanta nascono i suoi omaggi ai “paladini”. Dal 1960 al 1962 è direttore dell’Accademia di belle arti di Roma. Negli ultimi anni della sua vita riprese con entusiasmo ad esprimersi con la scultura, così come aveva fatto durante la giovinezza, in forme fantasiose con il marmo, l’alabastro e l’ottone. Fu organizzatore vivace di molte manifestazioni artistiche e scopritore di giovani talenti. Rizzo è ricordato anche per i celebri ritratti di carabinieri. Nel 1991 gli è stato intitolato il museo civico di Corleone

Tra gli allievi di Pippo Rizzo vi furono Gino Speciale, Giovanni Varvaro e Renato Guttuso. Alcuni giovani artisti siciliani frequentarono assiduamente il suo studio; tra loro Lia Pasqualino Noto, Giovanni Barbera e Nino Franchina che, insieme a Renato Guttuso, formarono il Gruppo dei Quattro.

Sitografia: Wikipedia

Sei un artista Siciliano? Vuoi iscriverti gratuitamente a “Sicily in painting
Vuoi pubblicare un opera dedicata alla Sicilia ed alle sue tradizioni sul sito “Sicily in painting
Puoi farlo compilando il modulo contatti in tutte le sue parti e inviaci i tuoi dati, una breve biografia ed almeno 3 foto di tue opere diverse. l’Amministratore del sito si riserva il diritto di pubblicare soltanto i lavori ritenuti idonei alla piattaforma così come anche di NON pubblicare alcuna opera se non in linea con il progetto di “Sicily in painting”. Per maggiori informazioni contattaci per a.mail a  info@sicilyinpainting.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *