L’artista del giorno: Renato Guttuso

🎨 L’Artista siciliano …… del giorno 26 dicembre

Renato Guttuso, pittore siciliano.

Bagheria, 26 dicembre 1911 – Roma, 18 gennaio 1987
Renato Guttuso
Vucciria
Olio su tela – 300×300 cm
Ubicazione: Palazzo Steri, Palermo

Il quadro, caratterizzato da realismo crudo e sanguigno come le carni esposte nel famoso omonimo mercato di Palermo, esprime una delle tante anime della città siciliana, ed è talmente forte il segno dell’artista insieme al senso del colore che sembra sprigionare il vocio e la cantilena quasi araba dei “vanniaturi” del celebre mercato palermitano che dà il nome al quartiere ed emanare i profumi dei prodotti tipici, frutta e verdura, esposti sulle bancarelle, ingredienti saporosi per la cucina siciliana.

Renato Guttuso. Ritratti d’artista. Con DVD video

Vucciria

olio su tela

Breve biografia dell’artista:

Renato Guttuso, ( Bagheria, 26 dicembre 1911 – Roma, 18 gennaio 1987 ) è stato un pittore siciliano.

Renato Guttuso, all’anagrafe Aldo Renato Guttuso, è stato un pittore e politico italiano, impropriamente indicato come esponente del realismo socialista, protagonista della pittura neorealista italiana che si espresse negli artisti del Fronte Nuovo delle Arti, senatore dal 1976 al 1983

Influenzato dall’hobby del padre e dalla frequentazione dello studio del pittore Domenico Quattrociocchi nonché della bottega del pittore di carri Emilio Murdolo, il giovane Renato incominciò appena tredicenne a datare e firmare i propri quadri. Si trattava per lo più di copie (paesaggisti siciliani dell’Ottocento ma anche pittori francesi come Millet o artisti contemporanei come Carrà), ma non mancavano ritratti originali. Durante l’adolescenza cominciò anche a frequentare lo studio del pittore futurista Pippo Rizzo e gli ambienti artistici palermitani. Nel 1928, appena diciassettenne partecipa alla sua prima mostra collettiva a Palermo.

La sua arte, legata all’espressionismo, fu caratterizzata anche dal forte impegno sociale, che lo portò altresì all’esperienza politica come senatore del Partito Comunista Italiano per due legislature, durante la segreteria di Enrico Berlinguer.

Renato Guttuso è stato il punto di riferimento del neorealismo italiano del secondo Novecento, distinto e riconoscibile tanto nei temi sociali quanto, più spesso, nei soggetti ispirati alla sua terra natia, la Sicilia. Una terra che offre all’artista straordinari scorci di quotidiano, che egli sviluppa nel tema della natura morta: interni con cesti e fischi, frutta, agli e cactus, tendaggi colorati: tutto parla di una terra dalle profonde contraddizioni ma ricca di colori caldi e di emozioni.

Il Museo Guttuso si trova a Bagheria, in provincia di Palermo, ed è ubicato nella villa Cattolica sita alla periferia della città.

Info & curiosità

.

Vucciria è un dipinto di Renato Guttuso realizzato nel 1974. Viene considerato il suo dipinto più celebre.

– Viene citato nella Canzone del padre dell’album Storia di un impiegato (1973) di Fabrizio De André: «E i miei alibi prendono fuoco, / Il Guttuso ancora da autenticare», probabile riferimento al dipinto I funerali di Togliatti dell’anno precedente.
– Viene citato nella canzone A.D. 4000 dell’album Ingresso libero di Rino Gaetano e nel brano Jet-set dell’album E io ci sto dello stesso.
Nel 2009 viene interpretato da Corrado Fortuna nel film Baarìa di Giuseppe Tornatore.
Appare, nel ruolo di un madonnaro, in “FF.SS.” – Cioè: “…che mi hai portato a fare sopra a Posillipo se non mi vuoi più bene?”, film del 1983 diretto da Renzo Arbore.
Nel suo quadro intitolato La spiaggia, esposto alla Galleria Nazionale di Parma, raffigura Pablo Picasso di profilo con un corpo abbronzato e un costume hawaiano, che strofina su di sé un telo verde, con le movenze di un torero, come fosse appena giunto sulla spiaggia dopo un lungo bagno in mare.
Il duo artistico Orticanoodles (composto da Wally e Alita) ha realizzato Il più grande ritratto al mondo di Renato Guttuso. È stato realizzato a luglio del 2013 a Giardini Naxos in Sicilia nel corso della manifestazione Emergence Street Festival. Si tratta di un murale realizzato con la tecnica dello stencil.

Multimedia sull’artista:

Sitografia: WikipediaYoutube

Sei un artista Siciliano? Vuoi iscriverti gratuitamente a “Sicily in painting
Puoi farlo compilando il modulo contatti in tutte le sue parti e inviaci i tuoi dati, una breve biografia ed almeno 3 foto di tue opere diverse. l’Amministratore del sito si riserva il diritto di pubblicare soltanto i lavori ritenuti idonei alla piattaforma così come anche di NON pubblicare alcuna opera se non in linea con il progetto di Sicily in painting. Per maggiori informazioni contattaci per a.mail a info@agrigentodoc.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.