L’Artista del giorno: Giuseppe Carta

🎨 L’Artista siciliano …… del giorno 05 marzo

Giuseppe Carta, pittore siciliano.

Palermo, 5 marzo 1809 – Palermo, 6 gennaio 1889
Giuseppe Carta
Gelone che ritorna vittorioso dalla battaglia d’Imera -1853
Olio su tela 40×60 cm
Collezione privata

Gelone che ritorna vittorioso dalla battaglia d’Imera -1853

Olio su tela

Breve biografia dell’artista:

Giuseppe Carta (Palermo, 5 marzo 1809 – Palermo, 6 gennaio 1889) è stato un pittore e scultore italiano.

Si dedicò alla pittura di storia, a quella religiosa e al ritratto È stato un eccellente affreschista. Fu allievo di Vincenzo Riolo e contemporaneo di Giuseppe Meli con il quale eseguì numerosi affreschi.

Realizzò opere per varie chiese, palazzi, teatri e ville di Palermo e di numerose cittadine siciliane. Dell’artista si ricordano le decorazioni realizzate per la Villa Bordonaro ai Colli, gli affreschi per la camera della duchessa a Villa Niscemi, le sovrapporte dipinte per il palazzo Tagliavia di San Giacomo a Sciacca (AG).

Tra le sue prime opere figurano una Vestizione di Santa Chiara e un Cristo con la Vergine e San Francesco, del 1844, realizzate per la chiesa palermitana di San Francesco d’Assisi. Pure a Palermo, per le chiese di chiesa di San Giuseppe dei Teatini, San Francesco e per la Congregazione dell’Olivella eseguì le grandi tele di Quaresima. Tra i suoi dipinti con tema a sfondo storico le fonti ricordano i bozzetti con Carlo V che concede la costituzione ai siciliani e Gaio Mario che piange tra le rovine di Cartagine, mentre il Gelone che entra vittorioso a Siracusa dalla battaglia di Himera del 1859 è conservato presso la Galleria d’Arte Moderna di Palermo. Attivo fin dal 1847 come frescante e decoratore nella chiesa della Madonna della Neve a Mazzarino, nel 1851 realizza a Bisacquino il quadro dell’Annunciazione custodito nella locale chiesa del Carmine e nel 1855 dipinse il sipario del teatro di Santa Cecilia a Palermo.

Soggiornò in Romania e in Turchia tra il 1874 e il 1878, dove fu chiamato dal vescovo francescano Giuseppe Salandari della diocesi moldava di Iași e turca di Istanbul dove eseguì diverse opere di pregiato valore. In particolare a Iasi nella vecchia cattedrale cattolica in stile gotico di Maria Assunta (catedrala veche romano-catolică Adormirea Maicii Domnului din Iași) realizzò numerosi affreschi rappresentanti scene del vecchio e nuovo testamento alle volte e alle pareti e una grande tela per l’altare maggiore.

Ritornato in Sicilia nel 1879, decorò con splendidi stucchi il teatro Regina Margherita di Racalmuto e ne eseguì il sipario con la scena dei Vespri Siciliani.

Info & curiosità

A Istanbul nella cattedrale cattolica dello Spirito Santo produsse una pregevole grande tela raffigurante La discesa dello Spirito Santo sulla Madonna e gli Apostoli. Sempre in Turchia nella chiesa cattolica della Natività nel quartiere Büyükdere di Sarıyer sempre nella provincia di Istanbul, realizzò alcune pregiate tele.

Multimedia sull’artista:

Sitografia: WikipediaYuotube

Sei un artista Siciliano? Vuoi iscriverti gratuitamente a “Sicily in painting
Vuoi pubblicare un opera dedicata alla Sicilia ed alle sue tradizioni sul sito “Sicily in painting
Puoi farlo compilando il modulo contatti in tutte le sue parti e inviaci i tuoi dati, una breve biografia ed almeno 3 foto di tue opere diverse. l’Amministratore del sito si riserva il diritto di pubblicare soltanto i lavori ritenuti idonei alla piattaforma così come anche di NON pubblicare alcuna opera se non in linea con il progetto di “Sicily in painting”. Per maggiori informazioni contattaci per a.mail a  info@sicilyinpainting.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.